Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Ricerca News Ricerca Articolo su disturbi alimentari e social media

Articolo su disturbi alimentari e social media

Pubblicazione articolo prof.sse Maria Letizia Zanier e Alessia Bertolazzi
Copertina rivista Salute e Società

Copertina rivista Salute e Società

Bertolazzi A, Fanci G., Zanier M.L. (2020) Recovery or harm? The role of Instagram in eating disorders, in “Salute e Società”, FrancoAngeli, XIX n.2, pp. 90-103 (ISSN 1723-9427, ISSNe 1972-4845) (DOI: 10.3280/SES2020-002007)

L’obiettivo dell’articolo è di indagare il modo in cui Instagram viene utilizzato dalle persone affette da anoressia nervosa, le quali ricorrono alla piattaforma per condividere la propria esperienza di cura del disturbo alimentare. La domanda di ricerca è se l’uso di Instagram abbia un impatto positivo sul percorso di cura, oppure se la condivisione della propria condizione attraverso il social media possa innescare effetti negativi, tanto verso chi pubblica, quanto verso chi fruisce di tali immagini. Pertanto, è stato condotto uno studio multi-metodo, svolgendo sia un’analisi del contenuto su un campione di posts – immagini e didascalie (n=1.012) – selezionati da Instagram, sia un focus group con persone affette da disturbi alimentari, in cura presso un centro specializzato. Lo studio ha evidenziato la prevalenza di contenuti potenzialmente rischiosi nel campione di immagini selezionate. Immagini e testi rivelano un’inclinazione alla spettacolarizzazione della malattia stessa, offrendo contenuti riferibili in larga parte a comportamenti a rischio, come il controllo ossessivo dell’assunzione di cibo, del peso degli alimenti e del contenuto calorico.

L’articolo è pubblicato su Salute e Società, unica rivista italiana dedicata alla Sociologia della salute e della medicina, il cui scopo è promuovere la conoscenza delle scienze sociali riguardo alla salute e ai sistemi sanitari. La rivista è in Fascia A per tutti i SSD di Sociologia ed è indicizzata, tra gli altri, su Scopus.

Versione in PDF